Abbiamo scelto di coltivare fiori di stagione, con metodi ecosostenibili e di commercializzarli localmente secondo la filosofia  slowflowers

La nostra Flower Farm si trova a metà strada tra Como e Lecco, a Longone al Segrino, a circa 50 km da Milano e 20 dal confine svizzero. I fiori sono coltivati esclusivamente sul nostro territorio, tra la Prealpi e il Lario, valorizzandone le peculiarità climatiche.

Estati calde e inverni freddi sono infatti l’ideale per la coltivazione di bulbose da fiore primaverili e delle annuali estive che protraggono la loro stagione fino all’autunno inoltrato.

Dati alla mano si stima che almeno il  70% dei fiori recisi venduti in Italia sia d’importazione. Quelli coltivati localmente hanno il vantaggio di essere raccolti in giornata o la sera precedente e  di non subire lo stress del trasporto e delle celle frigorifere.  La nostra filiera é estremamente corta: direttamente dal produttore al consumatore.  Chi non può venire a Longone può trovare una selezione dei nostri fiori presso alcuni selezionati fioristi di Milano, Como, Lodi e Varese.  La filiera corta a parità di altre condizioni, garantisce  inoltre una durata in vaso superiore rispetto a quelli raccolti a migliaia di km di distanza.

I fiori recisi a km 0 contribuiscono inoltre all’economia locale.

#fiorikm0 #ifioridellario

La maggior parte dei fiori in commercio non è influenzata dall’alternanza delle stagioni in quanto sul mercato globale è facile trovare qualsiasi fiore in qualunque momento dell’anno. Noi siamo orgogliose di offrire solamente fiori di stagione, ovvero quei fiori che naturalmente sbocciano in un determinato periodo. Cerchiamo in questo modo di sensibilizzare gli addetti al settore e il consumatore finale sul concetto di stagionalità dei fiori, esattamente come si fa con la frutta e la verdura.

 

Ogni anno da noi la primavera comincia con i narcisi, scelti come simbolo di OFF,  che spuntano dai bulbi piantati l’autunno precedente. Si susseguono poi tulipani, fritillarie, peonie e piselli odorosi, fiori delicati dalle tinte sorbetto. L’estate è invece caratterizzata da zinnie, digitalis, cosmos, scabiose, phlox che animano la flower farm con un’esplosione di colori vivi.

 

L’autunno è rappresentato  da un trionfo di girasoli, dalie, mais, zucche e amaranti in nuances calde.

 

Da metà novembre in poi si respira la magia del Natale:  bacche, cortecce, rami sempreverdi, qualche fiore, tante luci e materiali naturali per i nostri allestimenti.

 

Seguono a partire da gennaio  i mesi del riposo della natura, durante i quali anche noi ci prendiamo una pausa dal lavoro in vivaio progettando la stagione successiva.

#seasonalfloweralliance

Abbiamo scelto di coltivare i nostri fiori con  metodi consentiti in agricoltura biologica, senza l’uso di pesticidi e sostanze chimiche irritanti, per assicurarci che il consumatore finale e l’agricoltore siano protetti dagli effetti nocivi di tali sostanze. Questi metodi non preservano solamente le persone ma anche il suolo, gli insetti e la fauna selvatica. Nella flower farm vive infatti indisturbata una famiglia di scoiattoli diventata la nostra mascotte. Nella scelta dei fiori da coltivare abbiamo dato grande rilevanza a quelli amati dagli impollinatori, per facilitarne il prezioso compito e per sensibilizzare su questo tema abbiamo deciso di apporre un’etichetta rappresentante un’ape sui bouquet che comprendono fiori amati da questi insetti.

 

Anche nella scelta dei materiali facciamo prevalere criteri ecosostenibili. Siamo molto fiere di aver eliminato  l’utilizzo della classica spugna per fioristi che è  altamente inquinante e non biodegradabile e della plastica per il confezionamento di bouquet e mazzi di fiori.  #nofloralfoam

 

Ultimo ma non meno importante il fatto che i fiori non vengano trasportati per migliaia di Km riduce l’impatto ambientale.

Fiori freschi di giornata